Rapporto prezzo/disponibilità imbattibile
per i nostri backup fuori internazionali



Alain Van Messen, fondatore di Evoluto




"Un rapporto prezzo/disponibilità imbattibile per i nostri backup internazionali"



Evoluto è una società di servizi informatici con sede a Bruxelles. Uffici contabili, concessionarie automobilistiche, agenzie immobiliari o cinematografiche, hotel, ristoranti: i clienti di Alain Van Messen provengono da settori molto diversi.

Per salvare posta, dati e server di produzione di queste aziende, Evoluto utilizza sia le macchine del datacenter vicino a Bruges, nel nord del Belgio, che un server Kimsufi a Roubaix: in questo modo, le copie dei backup vengono effettuate anche fuori dal territorio belga.

"Il rapporto disponibilità/prezzo dei server Kimsufi è praticamente imbattibile: con pochi euro al mese i nostri backup sono al sicuro e abbiamo la garanzia che i dati dei nostri clienti siano replicati in posti distanti fra loro. Evoluto effettua backup incrementali grazie al protocollo rsync (sincronizzazione remota). Inoltre offriamo la possibilità di utilizzare un secondo server Kimsufi per replicare i nostri backup tramite una soluzione Veeam".

Cliente OVH dal 2005 per la registrazione di domini, Alain Van Messen è stato completamente conquistato dal servizio: "È quasi un anno che utilizziamo una macchina Kimsufi e, che io ricordi, non ha mai avuto nessun tipo di problema".

Scopri di più: http://evoluto.be





"Un server Kimsufi è perfetto per imparare...e per muovere i primi passi nel mondo del Gaming!"



Julien Bisiaux ha conosciuto Kimsufi su un sito compara-prezzi. Voleva imparare da autodidatta a utilizzare un server Linux. Il KS 6 è il suo primo server dedicato: sono bastati pochi mesi per scoprirne tutti i segreti.

Da poco Julien Bisiaux è entrato con alcuni amici nel mondo del gioco online, sviluppando un multigaming (defcon-gaming.fr).
Per iniziare spera di arrivare a circa 75 giocatori: amici, anche solo virtuali, che vogliono unirsi a questa avventura.

Ha scelto Debian 8 per i suoi server game: Garry's Mod, Minecraft...
"Per ora il KS 6 risponde a tutte le notre esigenze. Siamo ancora in fase di test ma, appena avremo fondi sufficienti, passeremo a un server specifico per il gaming, come quelli proposti da So you Start".





Il team Soundytics: Rémy François (marketing & sales), Sébastien Doubey (CTO) e Hugo Bon (CEO).



Ciao Sébastien. In che modo funziona Soundytics e a chi si rivolge?

Abbiamo sviluppato una tecnologia che permette di analizzare i suoni. Da un pezzo di musica riusciamo a classificare fino a 15 segnali sonori, ai quali aggreghiamo quasi una trentina di dati media (popolarità del titolo, paese di origine, data d'uscita, genere musicale, etc.).

Abbiamo analizzato e classificato 8 milioni di titoli, contiamo di raggiungere i 20 milioni entro novembre. Sulla base di tutti questi dati, abbiamo creato una gamma di soluzioni. Innanzitutto un'interfaccia di programmazione (API) destinata alle piattaforme di streaming e agli editor musicali che permette di di analizzare un titolo e di trovare titoli simili in un catalogo musicale, di creare criteri di ricerca avanzata (se si cerca Rock/80s/Brit/con BPM rapidi/Happy mood/etc.), o anche di proporre delle smart radio automatiche (es. una radio "ambient" con brani jazz e ritmi lenti). In più, creiamo music player integrati ai sedili degli aerei e delle auto per proporre ai passeggeri una selezione di brani studiata in base al loro "mood", ai loro gusti o alle attività previste a bordo. Infine, lanciamo una soluzione di diffusione sonora nei locali commerciali "intelligente", per un design sonoro adattato ai comportamenti dei clienti e all'identità del brand. Ufficializzeremo presto il nostro primo grosso contratto. D'altronde, abbiamo sviluppato un'applicazione mobile, Soundytics, disponibile per Android e presto per iOS, che si rivolge ai privati. L'utente scegli la sua attività e l'applicazione propone una playlist composta in base alle preferenze (genere musicale, BPM, mood, data, popolarità) che può essere modificata. Questa applicazione è gratuita!


L'interfaccia proposta ai magazine per elaborare le proposte musicali.


Che tipo di infrastruttura utilizzate?

Abbiamo 5 server OVH e 6 server Kimsufi. In OVH, abbiamo un cluster di due (presto saranno 3) macchine con dischi SSD e molta RAM, per i nostri database SQL. I dischi SSD offrono buone performance in termini di I/O, e conserviamo più index possibile nella cache della RAM per accelerare le gestioni delle richieste. Sempre in OVH, abbiamo un server di analisi con un processore da 32 thread, grazie al quale estraiamo i dati di più sessioni in parallelo. Infine, in OVH abbiamo due server storage da 12 TB, configurati in DRBD (Distributed Replicated Block Device) che costituiscono una sorta di RAID di rete. Questi fileserver contengono le immagini e il backup dei nostri database.

Con Kimsufi, 4 server sono utilizzati per il front-end, a valle di una macchina che ripartisce il carico (un load balancer software). L'ultimo server ci serve come macchina da pre-produzione, per i test interni degli aggiornamenti dei prodotti.


Perché avete scelto dei Kimsufi per il front-end?

Il front-end è fatto di applicazioni che utilizzano molte risorse. Così, al posto di utilizzare server di ultima generazione, che sarebbero sovradimensionati, preferiamo server Kimsufi abbastanza potenti, che possiamo prendere doppi, visti i prezzi così ragionevoli. Con 4 server Web dietro il load balancer, l'infrastruttura è resistente e offre la massima disponibilità. In caso di problema hardware a una macchina, il load balancer dirige le richieste verso i 3 server operativi.


Perché scegliere OVH?

A dire la verità, nel momento del lancio di Soundytics, non abbiamo nemmeno pensato a un altro provider. Con il mio socio, Hugo Bon, abbiamo lanciato un altro progetto, sempre ospitato su server OVH. Utilizzo i vostri servizi da talmente tando tempo che non mi ricordo più come vi ho conosciuto! OVH e i suoi marchi (OVH, So you Start, Kimsufi) si distinguono sempre per l'ottimo rapporto qualità/prezzo. Per una startup con mezzi limitati, è un grande vantaggio!




Kimsufi utilizzati per formare ingegneri e tecnici



"Inizialmente, volevo mettere in pratica le mie conoscenze teoriche, capire come si gestisce un server dedicato - ricorda Frédéric Bovy - La scelta migliore è stata di lanciarmi nell'impresa in totale autonomia!"
Mi sono rivolto verso OVH: "Ho scelto una macchina di cui ero totalmente soddisfatto che però ho potuto mantenere soltanto per alcuni mesi a causa del prezzo. Ho fatto i miei test e poi ho restituito il server, a malincuore"
Poi ha scoperto Kimsufi: "Era esattamente quello che cercavo. Non ho mai trovato un rapporto qualità prezzo così. Per l'utilizzo che ne faccio, hosting Web e servizio mail con FreeBSD, non serve una macchina all'ultimo grido. Le tariffe accessibili dei Kimsufi mi permettono di avere sempre il mio server. E di sceglierne altri quando, occasionalmente, ne ho bisogno"
Durante le lezioni, finalmente può utilizzare applicazioni realmente connesse a Internet, ospitate sul suo server: "È tutto più credibile rispetto a test effettuati in ambienti isolati". I server Kimsufi non hanno gli stessi servizi e non sono dello stesso livello delle macchine So you Start o OVH ma a Frédéric Bovy non importa: "L'importante è che i guasti hardware siano rilevati e risolti".
Il supporto Kimsufi, in questo senso, è piuttosto efficace: le macchine sono costantemente monitorate, gli interventi si avviano in automatico.
Non sono server pensati per mettere in produzione applicazioni importanti, ma per tutto il resto sono assolutamente perfetti".
In questo momento, effettua dei penetration test, che utilizzerà durante le sue lezioni "Grazie al mio Kimsufi, continuo a imparare!", conclude.





Kimsufi, il server sandbox della Web Agency Nephila



Di che progetti si occupa Nephila Studio?

I nostri clienti sono soprattutto piccole imprese. Produciamo essenzialmente siti in Wordpress e Prestashop.


Dove ospitate i progetti in pre-produzione e produzione?

Nel 2009, abbiamo cominciato a utilizzare i servizi OVH, in particolare l'hosting condiviso (diventato poi Hosting Web, ndt) che progressivamente abbiamo abbandonato. Poi abbiamo scoperto Kimsufi e l'abbiamo scelto nel 2012. I file in pre-produzione vengono realizzati su Kimsufi (con Ubuntu server), mentre utilizziamo un server So you Start per ospitare i siti dei nostri clienti.


Quale server Kimsufi avete scelto?

Abbiamo cambiato modello circa un mese fa, per avere una macchina più performante: il KS3 (8 GB / 1 TB / Core i-3). Il modello 2 GB che avevamo prima era diventato insufficiente per il numero dei progetti ospitati.


Perché avete scelto Kimsufi? Quali sono i suoi punti di forza?

Kimsufi non ha concorrenti diretti. Non ho trovato nessun compromesso che permette, eliminando le opzioni e i servizi superflui, di avere una macchina dedicata a un prezzo così basso.
È un'offerta che non supporta la messa in produzione ma che permette di sviluppare a meraviglia.

Lavoriamo in locale ma vorremmo permettere ai nostri clienti di seguire l'evoluzione dei loro progetti. Il nostro Kimsufi per questo è ideale: mettiamo online i progetti su di esso, invece di utilizzare un server di produzione.

Abbiamo installato anche un server Subversion (SVN) su questa stessa macchina per lavorare in rete internamente.

Prevediamo di installare un secondo server Kimsufi per proporre ai nostri clienti che si occupano di e-commerce, l'installazione di eshop di sviluppo, per ottimizzare la manutenzione dei loro siti.

L'unico neo è la decisione di separare gli account cliente OVH/Kimsufi/So you Start. Un'interfaccia unica di gestione potrebbe essere più comoda quando si gestiscono diversi prodotti.




Server multimedia, piattaforma di sviluppo e archivio di foto:
Martin, al quinto anno di EPITECH, ci racconta come utilizza il suo Kimsufi.



Perché hai scelto un server Kimsufi?

Dopo aver provato un server casalingo (un vecchio PC in camera mia), ho scelto un VPS. Una soluzione economica che spesso però presenta dei limiti: scelta di OS che può essere limitata, ad esempio, perché vincolata dalle tecnologie di virtualizzazione utilizzate per creare i VPS.

A volte, vorrei un server con Archlinux, una distribuzione proposta in pre-installazione sui Kimsufi.

Dal punto di vista finanziario, non ho né i mezzi né la necessità di un server che costi di più.

Scegliendo Kimsufi, posso avere una macchina con 4 thread a 8,50 €/mese (il PS-4 AtomTM 330 2c/4t 1,6 GHz+ 2 GB di Ram, 500 GB di spazio disco, associato a una banda passante di 100 Mbps). Un'offerta unica nel suo genere, che mi soddisfa pienamente.
Quello che mi ha letteralmente sedotto, è il rapporto qualità prezzo.
Un argomento per cui naturalmente penso ai servizi del gruppo OVH.


Come utilizzate il vostro Kimsufi?

Il mio Kimsufi è multitasking. Lo uso come server multimedia, utilizzando Plex Media Server (basato su XBMC). Ho salvato lì la mia raccolta di video e musica, a cui posso accedere sempre.

D'altra parte, il mio Kimsufi è la mia piattaforma di sviluppo, con GitLab. A volte effettuo dei backup sul mio Kimsufi (di foto, duplicate su hubiC) e lo uso come ambiente di sviluppo di appoggio, per scrivere codice quando sono fuori sede.


Cosa pensi, dopo qualche settimana di utilizzo?

Il mio server Kimsufi è stabile, la qualità di servizio è alta (uptime, rapidità di accesso). Non ho bisogno di supporto ulteriore: scegliendo un server dedicato, volevo potere assoluto.
Kimsufi mi piace un sacco!






Tu e Kimsufi


Anche tu vuoi inviare il tuo feedback?
Contattaci!



invia il tuo feedback


Forum Kimsufi


Resta aggiornato su tutte le novità made in Kimsufi! Richiedi l'aiuto della Community e invia il tuo feedback sull'utilizzo del tuo server.




A proposito di Kimsufi




Il nostro concept: server dedicato ma economico!


Per garantirti sempre il prezzo migliore, Kimsufi mantiene gli elementi e i servizi essenziali sui suoi server. I Kimsufi vengono commercializzati direttamente e dai nostri numerosi reseller in tutto il mondo.

Ospitati nei datacenter OVH in America del Nord e in Europa, collegati alla rete mondiale in fibra ottica dell'hosting provider e protetti dalla tecnologia anti-DDoS, i server Kimsufi offrono una qualità di servizio approvata da migliaia di utenti.


Per saperne di più

Vuoi di più?


I tuoi progetti richiedono macchine più potenti, ambienti, opzioni, servizi o garanzie che Kimsufi non offre?

Scopri le gamme di server:
So you Start (a partire da 30,00/mese) e
OVH.it (a partire da 59,99/mese),

con IP fail-over, , licenze Windows, supporto avanzato o vRack*(rete privata fra i tuoi server).






Continuando a navigare su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie al fine di migliorare la tua navigazione, fornirti servizi più adatti ai tuoi interessi e raccogliere informazioni statistiche. Per maggiori informazioni e la gestione cookies.
Ok